EXTREME E alla scoperta del progetto Maristanis di MEDSEA -

EXTREME E alla scoperta del progetto Maristanis di MEDSEA

Il 6-7 e 9-10 Luglio 2022 in Sardegna si svolge Extreme E, il campionato internazionale riservato ai SUV elettrici che vede tra i suoi protagonisti campioni come Nico Rosberg, Sebastien Loeb, Carlos Sainz e Cristina Gutierrez.

Extreme E è una serie automobilistica per vetture fuoristrada ideata dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA). La sua mission non è solo quella di sensibilizzare un futuro a basse emissioni di carbonio attraverso l’uso di veicoli elettrici, ma promuovere il rispetto per l’ambiente e fare ricerca per supportare tutto ciò che può essere una soluzione al cambiamento climatico.

Tutto molto interessante ed affascinante allo stesso tempo, ma cosa c’entra con il mondo del riso? Ora ci arriviamo.

Durante i suoi spostamenti per il mondo attraverso la RMS St Helena, una nave/paddock galleggiante che trasporta tutte le attrezzature in modo da ridurre le emissioni di gas serra; Extreme E intraprende tante collaborazioni, e per quanto riguarda la Sardegna, il suo punto di riferimento è la Fondazione MEDSEA, che da anni si impegna nella tutela e nella gestione sostenibile delle risorse marine e costiere della Sardegna e del Mar Mediterraneo.

Noi di Riso iFerrari conosciamo molto bene gli operati di MEDSEA e oltre ad essere membri della loro Blue Community (il primo network di imprese isolane operanti nella Green e Blue Economy), partecipiamo ad uno dei loro tanti progetti innovativi. Si tratta di Maristanis, un progetto di cooperazione internazionale per la tutela e la gestione integrata delle zone umide costiere del Golfo di Oristano che ha come obiettivo quello di ridurre il consumo idrico in agricoltura e garantire la salvaguardia dell’ambiente (in collaborazione con Coldiretti Oristano e Smart Geo Survey SRL).

Extreme E è sempre in prima linea per la promozione della salvaguardia dell’ambiente, ed incuriosita dal progetto Maristanis di MEDSEA, ha voluto saperne di più in modo da potergli dedicare un approfondimento sui loro canali. La Fondazione ha scelto così la nostra azienda come esempio per raccontarlo. Durante l’incontro, Il vice presidente di MEDSEA Vania Statzu ha illustrato il progetto ed il suo operato, il cofondatore della Smart Geo Survey Andrea Liverani ha fatto una dimostrazione pratica di quello che rappresenta l’agricoltura di precisione e il water management in campo agricolo sorvolando le risaie con il suo drone, ed il nostro responsabile commerciale Carlo Ferrari ha descritto i grandi risultati ottenuti nella produzione di Riso iFerrari grazie all’impiego delle nuove tecniche promosse da Maristanis.

Le tecniche sperimentali “messe in campo” dal progetto, prevedono l’utilizzo del sistema aeromobile a pilotaggio remoto (SAPR), che attraverso l’impiego del drone, permettono di monitorare in modo preciso e dettagliato lo stato di salute delle coltivazioni. I dati rilevati in volo, come l’indice di vitalità del riso, il suo stress idrico, eventuali attacchi da agenti patogeni, l’umidità e la temperatura del terreno, si sono rivelati importantissimi ai fini del miglioramento sulla produttività e sulla qualità oltre alla diminuzione dei costi aziendali e alla riduzione degli impatti ambientali.

Il 2022 rappresenta per noi la terza fase di questa realtà innovativa che vede anno dopo anno crescere il numero dei nostri ettari coltivati a riso coinvolti nella sperimentazione.

Siamo molto felici di aver ricevuto questa importante visita che ci gratifica e invoglia a continuare ad investire sempre di più su una produzione a minor impatto ambientale e sulla salvaguardia dell’ambiente, e naturalmente non vediamo l’ora di guardare sui canali di Extreme E il loro servizio dedicato alla Sardegna!

Stay up to date with the News of Riso I Ferrari

++++++ SUBSCRIBE TO THE RISO I FERRARI NEWSLETTER ++++++

    Puoi cancellarti dalla newsletter in qualunque momento. Con la tua registrazione accetti le CGV e informativa sulla privacy.

    Recommended Articles

    en_GBEnglish (UK)